martedì 23 dicembre 2014

Idee per un menu di Natale sostenibile e il Calendario del Cambiamento 2015


E siamo già a Natale!!

Tanti, tanti auguri a tutti voi!
Che Natale sia occasione per condividere momenti di tranquillità e serenità con le vostre famiglie e poco importa se sotto l'albero non ci sarà tutto ciò che avreste voluto metterci... l'importante è che portiate nel vostro cuore e nei vostri occhi tutto l'amore che avete per i vostri cari: l'essenziale è stare insieme e condividere attimi preziosi, apprezzando le piccole cose!

A proposito dei pranzi delle feste:
perché non provate a mettere qualche piatto veg (anche tutto il menu:-))  sulle vostre tavole?
Farete del bene a voi, agli animali e all'ambiente!
E soprattutto vi stupirete di quanto verranno apprezzati...

Qui sotto metto qualche link che potrebbe stuzzicare la vostra fantasia culinaria :-p



Menu di Eva

pagina 2
Menu di Ravanello Curioso per chi ha il Bimby

natale2012idee2
Menu di Ravanello Curioso

Dulcis in fundo, il mio regalo per voi:
il Calendario del Cambiamento 2015,
 un calendario che potete stampare o tenere a portata di mano sul desktop.
Energie rinnovabili, cambiamento climatico, permacoltura, filiera corta, chilometri zero, gruppi di acquisto solidali, banche del tempo, autoproduzione, cohousing e autocostruzione... ecco alcuni degli argomenti che troverete:
condividetelo con i vostri contatti, è gratis!
Qui trovate le istruzioni per la stampa e il montaggio.
Buon Natale!!

calendario cambiamento 2015



venerdì 19 dicembre 2014

Serate e corsi sull'Alimentazione Consapevole


Da qualche mese a questa parte mi sto dedicando, in collaborazione con mio marito, all'organizzazione di serate e corsi che promuovano uno stile di vista sostenibile, con particolare attenzione all'alimentazione e ai suoi legami con la salute, l'ambiente e il benessere degli animali.

Sono arrivata ad un punto del mio percorso di consapevolezza, che è iniziato circa quattro anni fa quando ho deciso di diventare vegetariana e in un secondo momento vegana, in cui non mi è più sufficiente soltanto cercare di vivere il mio quotidiano con atteggiamenti e scelte sostenibili.
Forse anche per gli innumerevoli incontri che ho avuto in questi anni con persone che hanno criticato aspramente le mie scelte o che, al contrario, hanno dimostrato di voler abbracciare un nuovo stile di vita, ma con tante perplessità e dubbi, credo sia importante fare informazione su un tema così di attualità.

Da qui l'idea di proporre serate informative e corsi di cucina vegan, siccome sul territorio dove abitiamo, scarseggiano iniziative di questo tipo.

Il primo ciclo di serate, metà dedicate ad affrontare argomenti teorici e metà, invece, dedicate a mettersi alla prova ai fornelli, è stata molto soddisfacente: si è creato un bel confronto e la possibilità di tenerci in contatto con Facebook e Whatsapp tra una volta e l'altra, ha fatto sì che si creasse un bel gruppo di lavoro.
L'esperienza, essendo per noi la prima, si è rivelata molto positiva e ci ha incoraggiato a metterci subito al lavoro per organizzarne altre.




Questa volta si è trattato di una serata informativa, in cui sono stati trattati moltissimi temi, forse troppi, ma l'intenzione era quella di dare il più possibile visibilità all'ampia rosa di tematiche che si possono trattare sul tema della sostenibilità.
Perlopiù si volevano dare spunti che aprissero riflessioni personali nei partecipanti.
Una piccola degustazione ha potuto poi dare un'idea dei sapori e della varietà di un'alimentazione vegana.


Questo semplice esercizio, spiegato da Dennis Meadows (coautore del libro Donella H. Meadows, "The limits to growth" - " I limiti dello sviluppo", 1972) può far ben capire come in realtà avvicinarsi a scelte più sostenibili sia assolutamente possibile, anche se sembra così difficile!


Se avete occasione di vedere il documentario "Last call - Ultima chiamata" del 2013 (http://www.lastcallthefilm.org/it), che racconta proprio la storia di questo libro e dei suoi autori, scoprirete una teoria molto interessante sul perché oggi siamo terribilmente in ritardo anche solo per porre un freno alla situazione di declino che stiamo vivendo.

giovedì 18 dicembre 2014

Makeover contenitore di latta - portamatite


Uno dei più classici esempi di riciclo: un contenitore di latta che diventa un portaoggetti, in questo caso un portamatite.
Inutile dire che si tratta di una trasformazione semplicissima e molto rapida da eseguire, 
basta avere:

contenitore di latta
carta da parati/cassetti (per me da cassetti lavabile) con fantasia a piacere
forbici
pennello
bicchiere di plastica 
colla vinilica (per me poliacetovinilica)


E' sufficiente tagliare una striscia di carta dell'altezza del contenitore di latta e lunga quanto basta per coprirlo tutto, più 1,5-2 cm da sovrapporre, per rifinire meglio.


Spennellare bene di colla la superficie del contenitore e farvi aderire poco per volta la carta che avete preparato, con un movimento della mano verso l'esterno, in modo da far uscire eventuali bolle d'aria.



Eccolo qui: colorato e divertente e ci è voluto pochissimo!
Questo contenitore di latta è anche dotato di comodo coperchio in plastica che può rapidamente trasformare il portamatite in un comodo contenitore per piccoli tesori...
Buon riciclo!

mercoledì 17 dicembre 2014

Le nostre prime cards: avventure di lettura

Da poco mi sono tuffata nel mondo dell'educazione parentale: sto reperendo materiale, approfondendo con letture, conferenze, blog, forum... in rete si trova davvero tantissimo, sia per informarsi che per reperire materiale. In particolare all'estero è una pratica molto utilizzata per garantire l'istruzione ai propri figli. 

Per info: 

Premesso che mia figlia ha solo due anni, stiamo già lavorando in questo senso, perché ci viene estremamente naturale passare del tempo insieme e la routine di tutti i giorni è già parte di quello che sarà poi la sua istruzione "obbligatoria".

Oggi abbiamo realizzato il nostro primo materiale strutturato:
le cards per un'avventura di lettura.
Di fatto useremo, per ora, queste cards per stimolare a seguire un racconto e a scegliere tra due opzioni, ottenendo di volta in volta un finale diverso alla nostra storia.
Le semplici illustrazioni aiutano la comprensione del testo letto a voce alta.

gioco di lettura 8
da http://www.lapappadolce.net/gioco-di-lettura-il-tesoro-dello-gnomo-ghioffo/

Ho scaricato gratuitamente questa avventura da http://www.lapappadolce.net/ su consiglio delle bravissime Sybille Kramer e Silvia Geroldi ("E oggi cosa facciamo? Manuale didattico pratico per piccoli e grandi all'avventura")


Qualcuno di voi ha fatto, fa tutt'ora o è interessato all'educazione parentale? 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...