lunedì 27 febbraio 2017

"An Ghìn Gò"


"An Ghìn Gò: filastrocche, canzoncine e stroccole da leggere AD ALTA VOCE per farsi venire la ridarella"

Autore: Emanuela Bussolati
Collana: Il Castoro bambini
Editore: Il Castoro
Anno pubblicazione: 2012
copertina rigida
Età di lettura: da 8 mesi a 4 anni (anche dopo)
Pagine: 48 pp
Dimensioni: 26 x 34 cm
ISBN: 9788880336631

Video dell'incontro alla Libreria Utopia Milano con Emanuela Bussolati



Noi abbiamo iniziato a leggere questo libro intorno all'anno e ancora oggi, a distanza di tre anni, ci piace ancora molto :-)
Belle illustrazioni, filastrocche della tradizione, ritmi di parole e suoni: consigliatissimo!





sabato 25 febbraio 2017

Le nostre lettere smerigliate

Alfabeto tattile per imparare a leggere e scrivere, ispirato al metodo Montessori, per come utilizzarle consiglio di leggere qui

Occorrente: 
lettere alfabeto corsivo da stampare
26 tavolette di compensato (spessore 3mm)
carta vetrata grana 120
colla vinilica
forbici
pennello
pittura acrilica

Il centro del fai da te da cui mi sono servita ha il servizio di taglio legno gratuito e quindi mi sono già fatta tagliare il compensato della misura adatta alle lettere stampate.

Ho dipinto le tavolette come da istruzioni del metodo Montessori: blu per le consonanti e rosse per le vocali





Ho quindi ritagliato con cura le lettere dell'alfabeto (devono essere ritagliate al meglio possibile, usando anche forbicine più piccole per i dettagli)



e ne ho tracciato i contorni sui fogli di carta vetrata, appoggiandole al contrario.


Ho ritagliato quindi anche le lettere dalla carta vetrata, anche queste minuziosamente,


e le ho incollate sulle tavolette


Per finire ho dato una mano di colla vinilica su tutte le tavolette per renderle più lucide e durevoli.



giovedì 23 febbraio 2017

Guanto e presina per la cucina di cartone


Non potevano certo mancare un guanto da forno e una presina a corredo della cucina di cartone, per renderla proprio come quella di mamma!

Dal cesto degli scampoli ho preso:
un tessuto che avevo usato per realizzare una tovaglia,
dell'imbottitura di vecchi cuscini
e un ritaglio di stoffa rasetto.

Ho riportato la forma del guanto per due volte su ogni tessuto e ho assemblato i vari pezzi, imbastendo il tutto.




Una rapida cucitura a macchina e voilà il guanto.
La manina della bimba ci entra alla perfezione, anche se a ben vedere avrei potuto anche farlo un po' più grande...
Per la presina la cosa è ancora più semplice: due quadrati di tessuto e uno di imbottitura e il gioco è fatto!



martedì 21 febbraio 2017

Cucina di cartone

Da tempo pensavo a come realizzare una cucina per la mia piccola utilizzando materiali di riciclo. In particolare, girando per il web, mi sono innamorata di alcune realizzazioni in cartone e materiali riciclati.


Cosa occorre:
cartoni
tappi di plastica (per le manopole)
vaschetta di alluminio (lavandino)
pennarello bianco (per me Giotto Decor Materials)
taglierino e forbici
scotch
matita e squadretta
colla
carta alluminata

Ho sistemato i cartoni in modo da rendere l'idea di quello che mi sarebbe piaciuto realizzare, per vedere se le le misure erano adeguate all'altezza della bimba e se la composizione risultava piacevole.


Ho quindi provveduto a disegnare i fori del lavandino, del rubinetto e del forno.
Con un taglierino ho ritagliato lungo le linee e ho rivestito la parte superiore del top della cucina incollando della carta alluminata, per renderla simile all'acciaio.

Attorno al buco del lavandino ho ritagliato la carta alluminata, tenendomi all'interno della sagoma di circa 1 cm, ho praticato dei tagli lungo tutto il perimetro e poi ho incollato le linguette coprendo bene il bordo del cartone.

Per fare il rubinetto ho usato un erogatore di un flacone di sapone liquido.
Per la vasca del lavandino ho utilizzato una vaschetta di alluminio, incollando il bordo sul top.




Per realizzare le manopole del forno ho ricoperto un tappo di plastica con della carta alluminata.
Ho realizzato un dischetto di cartone un po' più grande del tappo e l'ho forato al centro per far passare un fermacampione.
Ho quindi incollato il tappo rivestito sul dischetto di cartone.
Ho forato il cartone della cucina, infilato le manopole e aperto il fermacampione: le manopole possono così girare.



 Per la porta del forno ho tagliato la cornice della porta direttamente dal cartone della cucina.
Quindi ho fatto un'altra cornice identica e l'ho incollata alla prima, mettendo in mezzo del lucido (io ho usato un ritaglio di una tovaglia in plastica trasparente).



Per la maniglia ho ritagliato una striscia di cartone alta 3 cm, che ho poi piegato in due e incollato, in modo da ottenere una striscia alta 1,5 cm.
L'ho quindi rivestita con carta alluminata e, dopo aver praticato due tagli verticali nella porta del forno, l'ho inserita e fissata con dello scotch sul lato interno della porta.




All'interno del forno ho sistemato un ripiano in cartone sostenuto da due sostegni a L in cartone.

Per rifinire il mobile ho ritagliato una striscia di cartone alta 6 cm e l'ho incollata alla base come fosse uno zoccolino.


domenica 19 febbraio 2017

Apparecchiamo tavola!


I "lavori di vita pratica" sono una delle attività fondamentali per l'educazione del bambino secondo la Montessori.
Apparecchiare tavola in modo corretto è un esempio di come anche i bimbi di due anni possano aiutare i genitori nelle attività quotidiane e nel contempo soddisfare la loro necessità di "dare il massimo di cui sono capaci e non si vedono esclusi dalle possibilità che offre l'ambiente per esercitarsi" (Montessori, La scoperta del bambino, p. 93)


Ecco come risulta semplice apparecchiare correttamente la tavola.
La cosa importante di questo approccio è che i bambini possono fare da soli, perché le sagome delle posate, del piatto e del bicchiere guidano la mano dei piccoli ed è per loro semplice capire, da soli, quando hanno apparecchiato correttamente.
Grande entusiasmo ha dimostrato mia figlia quando gliel'ho proposto e ha subito voluto provare, anche se non era ora di pranzo!



venerdì 17 febbraio 2017

Portamatite in cartone per matite colorate


Per poter utilizzare gli incastri metallici è necessario utilizzare delle matite colorate e, tra i vari materiali montessoriani, gli undici bicchierini in cui poter disporre le matite colorate sono davvero bellissimi!

Materiale occorrente:
tubo di cartone (4 cm di diametro)
cutter
colori acrilici
cartone
colla vinilica


Una volta tagliato il tubo di cartone in undici pezzi di 7 cm di lunghezza, aver accuratamente ripassato i bordi con della carta vetrata, li ho colorati seguendo i colori suggeriti dai materiali Montessori.
Li ho rifiniti con una passata di colla vinilica per rendere il cartone più resistente e i colori lucidi e vivaci.


Li ho quindi presentati su un pezzo di cartone trapezoidale (per me risulta scomodo, per motivi di spazio, avere tutti i bicchierini affiancati) e ho tracciato le sagome a matita, procedendo ad incollarli poi uno per uno.



In un secondo momento ho rinforzato la base del portamatite, ritagliando un altro pezzo di cartone e incollandolo al primo, per rendere il tutto più stabile e facile da spostare.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...